Parigi 2016, Louvre

Parigi 2016, Louvre

A Ottobre 2016, io e Viviana siamo andati a Parigi, un finesettimana venerdì, sabato, domenica, principalmente per vedere il Louvre. Inoltre, visto che c’eravamo, siamo andati anche a vedere il famosissimo cimitero di Père-Lachaise dove c’è la tomba di Jim Morrison, ma anche di altri personaggi famosi. Segnalo qui alcune informazioni utili per viaggiare, dormire e cose simili.

DORMIRE: Hotel Cervantes by HappyCulture un bellissimo hotel, moderno e con personale disponibile e molto cortese, la catena di hotel HappyCulture fornisce tanti servizi in tutta la città (deposito bagali a qualsiasi hotel del circuito, caffè, degustazioni). Si acquistate dal link che vi ho mandato, mi pagano lo stipendio e il sito è meraviglioso (ci lavoro io…..)

TRASPORTI:

  • Dall’aereoporto ho preso il bus Roissyn, con un ora vi porta alla fermata Opera, da lì all’albergo si arriva anche a piedi. A bordo c’è il wifi
  • Per tre giorni ho preso il carnet da 10 biglietti, è la cosa più comoda è conveniente. Si compra alle stazioni della metro.

MANGIARE:

  • Il primo giorno ho fatto colazione al bar vicino al Louvre, turistico, ma l’entrata era alle 9:30 quindi mi è stato comodo.
  • A pranzo avevo un panino da casa e abbiamo rafforzato con un caffè dentro ad uno dei punti ristoro del Louvre.
  • Ho cenato al Popote, 8 Rue Lucien Sampaix zona canali, ottimo per Hamburger, insalata e tartare.
  • Dalla visita al cimitero, siamo andati a pranzare al Autre Part, 26 rue orfilia, un piccolo posticino, molto familiare dove hanno pochi piatti ma genuini, molto meglio che sulla via principale piena di posti iper turistici. Abbiamo preso due porzioni di cous cous, molto abbondanti e veramente buone.

USCIRE: Sono andato al Le comptoir General, un locale molto bello e grande. Ingresso gratis, almeno il sabato che sono andato io 😀

MUSEO DEL LOUVRE: Consiglio l’acquisto dei biglietti in anticipo presso il sito del museo

CIMITERO Père-Lachaise: Cimitero monumentale dove sono sepolti Gay-Lussac, Oscar Wilde e si…anche Jim Morrison. Indispensabile una mappa, scaricatevela prima sul telefonino, questo il loro sito.

FOTO: Ecco le foto del viaggio